Una Palmese inarrestabile batte l’ostico Gela e intravede i play off

di Francesco Lacquaniti
di Francesco Lacquaniti

 

Diciassette punti, nelle ultime sette partite, è questo il biglietto da visita della Palmese che si appresta ad affrontare il Gela a distanza di quasi quarantatré anni dall’ultimo confronto, disputatosi alle pendici del monte Sant’Elia, quando l’allora Terranova Gela venne fermato sull’1-1 dai neroverdi di Ballarin.

 

La compagine siciliana, quarta in classifica a pari merito con il Rende, è però avversaria coriacea, soprattutto in trasferta, la cui ultima sconfitta, lontana dal Vincenzo Presti, risale a poco meno di tre mesi fa quando i delfini di Infantino si arresero alla Sicula Leonzio. 

La giornata, che precede la partita, si presenta sotto i migliori auspici anche se la pioggia, in attesa che le due squadre scendano in campo agli ordini dell’arbitro Moriconi di Roma, non fa registrare il pubblico delle grandi occasioni con circa cinquecento spettatori presenti tra i quali una cinquantina di gelesi. Con i tanti ombrelli aperti, a fare da cornice, Palmese e Gela danno il via all’attesissimo confronto e le due squadre, fin dalle primissime battute, cominciano a non risparmiarsi affatto e, dopo un primo affondo dei delfini cui segue un’incursione di Bonadio , deviata in calcio d’angolo da Saitta , passano appena due minuti quando Dorato , con un preciso colpo di testa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Crucitti, fulmina Saitta portando l’undici neroverde in vantaggio.

 

La partita prosegue regalando continue emozioni prima con Lavrendi, quindi con una traversa colpita dagli ospiti con Bonanno mentre subito dopo è Corso che, dopo aver recuperato caparbiamente un buon pallone a centrocampo, si invola verso la porta avversaria calciando centralmente tra le braccia del numero uno biancoazzurro. Dopo un salvataggio sulla linea di Lavrendi , che respinge un colpo di testa di Campanaro , un fallo di Taverniti , in area di rigore, induce l’arbitro a decretare la massima punizione che Campanaro trasforma, nonostante la felice intuizione di Pellegrino, che indovina l’angolo, riportando la gara in parità.

 

Ottenuto il pareggio gli ospiti arretrano il baricentro ma la Palmese, nonostante si renda insidiosa prima con una punizione di Crucitti , deviata sul fondo dalla barriera, e poi con Lavrendi , va al riposo sull’1-1. Inizia il secondo tempo e, dopo appena cinque minuti, un batti e ribatti in area gelese vede Crucitti infilare in rete il pallone del secondo vantaggio dei neroverdi. La partita si accende e, in men che non si dica, è ancora Campanaro a riportare la gara in parità. Giunti al venticinquesimo circa la Palmese usufruisce di un calcio di rigore, per un presunto fallo di Chidichimo , molto contestato, che Crucitti realizza.

 

Gli ospiti, punti nell’orgoglio, reagiscono con veemenza e, dopo una rete annullata per fuorigioco a Campanaro , che poco dopo sfiora il palo, ci prova il neoentrato Kosovan , il cui calcio di punizione costringe Pellegrino alla deviazione in calcio d’angolo, poi è ancora lo scatenato Campanaro ad andare vicinissimo alla rete ma il suo colpo di testa si infrange sul palo esterno. Arrivati agli ultimi giri di lancette il neoentrato Ortolini , con una conclusione di sinistro da posizione defilata, sigla la rete del definitivo 4-2 scrivendo, così, i titoli di coda a una partita che ha entusiasmato il pubblico presente.

 

Finisce, con la vittoria della Palmese, una gara giocata bene e a viso aperto da entrambe le squadre con i due allenatori che, nel dopo gara, dopo essersi complimentati vicendevolmente, seppur con un diverso stato d’animo, soddisfatto Dal Torrione e dispiaciuto Infantino , per qualche decisione arbitrale, a parer suo, fin troppo penalizzante per i suoi, si sono detti sicuri di poter lottare per un piazzamento play off.

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

ARTICOLI DI ALTRE CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI SPORTIVI

Una Palmese inarrestabile batte l’ostico Gela e intravede i play off
>> leggi di più

La School Volley Taurianova cade a Roccella
>> leggi di più

Tre giovani calciatori protagonisti di una selezione a favore delle giovanili dell’ A.C. MILAN
>> leggi di più

Settimana decisiva per la School Volley Taurianova
>> leggi di più

La Palmese corsara al Marco Lorenzon
>> leggi di più

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per vedere le info a schermo intero

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per collegarti ai loro siti web o pagine Facebook


Commenta l' articolo