La Palmese a ridosso della zona play ofF

di Francesco Lacquaniti
di Francesco Lacquaniti

 

Dopo aver superato il periodo di crisi, con un incoraggiante avvio nel girone di ritorno, conquistando quattro punt, contro Roccella e Cavese, l’undici neroverde, che nel frattempo ha visto aggregarsi il giovanissimo esterno di centrocampo Politano, proveniente dal Rende, domenica 22 gennaio, riceve, al Giuseppe Loprest, i catanzaresi del Sersale, ancora a secco nelle vittorie e con appena cinque punt in classifica, alla terza guida tecnica della stagione, Zangari, dopo l’esonero di Mancini e le dimissioni di Condemi.

La partta con i giallorossi, diretta dall’arbitro Costanza di Agrigento, che si gioca, in una giornata fredda e ventlata, davant a circa quattrocento spettatori, vede i neroverdi imporsi con un classico 2-0, anche se l’undici catanzarese recrimina per un possibile calcio di rigore e una rete annullata per fuorigioco, grazie a una marcatura per tempo dell’ex difensore della Vibonese Cinquegrana, che da due passi infila il pallone in rete, dopo una zuccata dell’irriducibile capitan Cassaro, e Crucitti, che con un preciso sinistro dal limite dell’area di rigore non lascia scampo a Bambino, regalandosi la nona perla in campionato e raggiungendo, nella classifica marcatori dei neroverdi, il bomber argentno Dorato. Vittoria preziosa per l’undici di Dal Torrione che, nonostante non abbia disputato una gara partcolarmente entusiasmante, risale la classifica vedendo nuovamente vicina la zona play of, in una domenica nella quale si materializza, ufficialmente, l’esclusione dal campionato del Due Torri, per la quarta rinuncia, al quale va l’augurio di una pronta rinascita.

 

Finisce un mese di gennaio partcolarmente freddo e la Palmese, che ha riscaldato i propri sostenitori ritrovando la via della vittoria, è di scena al Felice Squiteri di Sarno contro i granata di Esposito, con una formazione rabberciata per le squalifiche di Cassaro, Corso e Lavilla. Le due squadre, dopo aver osservato un minuto di raccoglimento per le vittime delle fin troppo martoriate terre abruzzesi, danno il via alle ostlità agli ordini dell’arbitro Tucci di Osta Lido in una giornata soleggiata al cospetto di circa duecento spettatori.

 

La trasferta campana si rivela, alla fine, molto redditzia per i neroverdi che, al termine di una gara nella quale hanno concesso poco agli ippogrifi, si impongono 0-1 grazie alla marcatura di Bonadio nella prima frazione di gioco. Vittoria che consolida la settima posizione in classifica dell’undici di Dal Torrione e che lascia ben sperare per un eventuale piazzamento play of. Reduce dalla convincente afermazione di Sarno il Giuseppe Loprest torna ad animarsi per l’arrivo della capolista Igea Virtus, seguita da oltre centocinquanta sostenitori, che, seppur falcidiata tra squalifiche e infortuni, vuole invertre il trend negatvo che finora l’ha accompagnata nelle trasferte in terra calabrese.

 

La partta con i barcellonesi (che, sul finire degli anni sessanta, al termine di novanta minut intrisi dall‘emozione, in virtù delle tre autoret maturate, regalò la vittoria ai neroverdi di Sofrido 3-2 guidat, tra i pali, dall’indimentcato Mecca), diretta dall’arbitro Rossetti di Ancona, vede, letteralmente, trionfare la Palmese, grazie a un rotondo 2-0, con una rete per tempo, in aperture e in chiusura, del duo argentno Crinit e Dorato, che proietta i neroverdi al sesto posto, a sole quattro lunghezze dal Gela clamorosamente sconfitto in casa dal Gragnano, mentre i giallorossi di Rafaele, evidentemente poco fortunat quest’anno in Calabria, con appena un punto in quattro trasferte, sono costretti, almeno per ora, a cedere lo scettro del campionato alla Sicula Leonzio.

 

Carica dall’entusiasmo crescente dell’intera tfoseria palmese, domenica 12 febbraio, la compagine neroverde ritorna in Campania, esattamente a Santa Maria Capua Vetere, per afrontare, nello storico impianto Mario Piccirillo (inaugurato nel 1927 e costruito su un terreno che il noto medico sammaritano Mario Piccirillo donò al Comune), il Gladiator di Grimaldi reduce dal nettissimo successo in quel di Rende. La partta contro i neroazzurri si prospetta molto interessante per la Palmese che, in caso di vittoria e contemporaneo insuccesso del Gela nella difficile trasferta contro l’Igea Virtus, si avvicinerebbe ulteriormente alla zona play of.

 

L’esito finale della partta, al termine di novanta minut, nel complesso equilibrat e ben diretti dall’arbitro Tremolada di Monza, non fa, però, racimolare i tre punt sperat, bensì un pareggio, ugualmente prezioso, grazie al difensore Lavilla che, improvvisandosi goleador di giornata e rimediando all’iniziale vantaggio dei padroni di casa con Pastore, permette ai neroverdi, rimast in superiorità numerica nell’ultmo scorcio di gara per l’espulsione di Varriale, di mantenere invariato il distacco sulla compagine gelese reduce dall’ottimo pareggio contro l’Igea Virtus.

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

ARTICOLI DI ALTRE CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI SPORTIVI

Una Palmese inarrestabile batte l’ostico Gela e intravede i play off
>> leggi di più

La School Volley Taurianova cade a Roccella
>> leggi di più

Tre giovani calciatori protagonisti di una selezione a favore delle giovanili dell’ A.C. MILAN
>> leggi di più

Settimana decisiva per la School Volley Taurianova
>> leggi di più

La Palmese corsara al Marco Lorenzon
>> leggi di più

Palmese e Sersale nel cerchio di centrocampo prima del fischio d’inizio. (Foto Francesco Lacquaniti).
Palmese e Sersale nel cerchio di centrocampo prima del fischio d’inizio. (Foto Francesco Lacquaniti).
I neroverdi si riscaldano prima della partita con il Gladiator. (Foto mondoneroverde).
I neroverdi si riscaldano prima della partita con il Gladiator. (Foto mondoneroverde).
Una fase di gioco della vincente trasferta di Sarno. (Foto mondoneroverde).
Una fase di gioco della vincente trasferta di Sarno. (Foto mondoneroverde).

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per vedere le info a schermo intero

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per collegarti ai loro siti web o pagine Facebook


Commenta l' articolo