Tra Gladiator e Palmese un pareggio e tanti sorrisi

di Francesco Lacquaniti
di Francesco Lacquaniti

 

L'undici neroverde, dopo aver ulteriormente dimostrato la sua quadratura contro l’ex capolista Igea Virtus, è di scena a Santa Maria Capua Vetere, nello storico impianto Mario Piccirillo (inaugurato nel 1927 e costruito su un terreno che il noto medico sammaritano donò al Comune), per affrontare il Gladiator.

La partita contro i neroazzurri di Grimaldi, reduci dal netto successo in terra calabrese contro il Rende, scalda l’intera tifoseria palmese che, in caso di vittoria e contemporaneo insuccesso del Gela nella trasferta contro l’Igea Virtus, vedrebbe la propria compagine avvicinarsi ulteriormente a ridosso della quinta piazza occupata dal Gela.

Al cospetto di qualche centinaio di spettatori, tra i quali alcuni irriducibili sostenitori neroverdi, le due squadre danno, così, il via alle ostilità sotto la direzione dell’arbitro Tremolada di Monza. 

 

Dopo un primo scorcio di gara nel quale i neroverdi controllano agevolmente la partita, rendendosi insidiosi con l’elegante Lavrendi, sono i sammaritani a prendersi la scena prima con Brogna, che impegna severamente Pellegrino in due occasioni, mentre poco oltre la mezz’ora si portano in vantaggio con un perentorio colpo di testa di Pastore che, intercettando un cross di Anzalone, supera un’incolpevole Pellegrino mandando i suoi al riposo sull’1-0. Inizia la seconda frazione di gioco e la Palmese trova subito la via della rete grazie al primo centro stagionale di Lavilla il quale, ricevendo un prezioso passaggio da Criniti, si presenta davanti al numero uno, di scuola salernitana, Patella che nulla può sulla conclusione ravvicinata del difensore neroverde vestitosi, per l’occasione, da infallibile attaccante sotto porta. Ristabilita la parità si assiste ad un’azione per parte prima con Criniti, che chiama Patella a rispondere da campione, e poi con Lagnena, che da ottima posizione non inquadra la porta.

 

A seguire, invece, il risultato conseguito accontenta le due squadre con i neroverdi che, nonostante la superiorità numerica per l’espulsione di Varriale, non affondano i colpi concludendo la gara conquistando un prezioso punto che permette, comunque, all’undici di Dal Torrione, oggi privo dell’infortunato capitano Cassaro, di mantenere i quattro punti di distacco dal Gela reduce dall’ottimo pareggio contro l’Igea Virtus.

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

ARTICOLI DI ALTRE CATEGORIE

ULTIMI ARTICOLI SPORTIVI

Una Palmese inarrestabile batte l’ostico Gela e intravede i play off
>> leggi di più

La School Volley Taurianova cade a Roccella
>> leggi di più

Oppido festeggia il Carnevale con la sfilata dei carri, chiacchere e salsicce
>> leggi di più

“Corpo estraneo”, il nuovo romanzo di Annarosa Macrì, il 4 marzo A Gioiosa Jonica nella ricorrenza della Giornata Internazionale delle Donne.
>> leggi di più

DELIANUOVA E’ TEMPI ‘I ‘NA VOTA CU’
>> leggi di più

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per vedere le info a schermo intero

PUBBLICITÀ

Clicca sulle pubblicità per collegarti ai loro siti web o pagine Facebook


Commenta l' articolo