Creazione della “Moneta  Locale” quale opportunità di sviluppo del territorio della Piana

di Luigi Ottavio Cordova
di Luigi Ottavio Cordova

Finalmente un gruppo di Sindaci della Piana del Tauro si confronteranno ed interverranno venerdì 25 Novembre, alle ore 17,00 presso l’aula consiliare del Comune di Polistena, con il professore Nino Galloni, Presidente Centro Studi Monetari su un ambizioso e rivoluzionario progetto che avrebbe lo scopo  di creare con la “Moneta Locale” una grossa opportunità di sviluppo del territorio. 

 

Il convegno  avrà come moderatore il giornalista Michele Albanese,  a cui di recente il Presidente della Repubblica Mattarella ha conferito  l’onorificenza al merito con il titolo di Cavaliere per essersi distinto nella lotta contro  la criminalità per l’affermazione della legalità, tanto da vivere in una condizione di estremo disagio sotto scorta, quasi come un recluso, ma a fronte alta e senza paura come un uomo libero e scevro da condizionamenti. 

 

I lavori del convegno saranno aperti dal sindaco di Polistena, Michele Tripodi a cui farà seguito una ricca relazione del prof. Galloni, che metterà in luce i vantaggi che si possano avere con la Moneta  Locale e traccerà anche un profilo storico-economico dei paesi e delle Regioni , come la Sardegna, che con la realizzazione di un tale mercato monetario hanno trovato vantaggi economici di grande importanza, tanto da cambiare la storia delle loro realtà territoriali.

 

Subito dopo interverranno i Sindaci di Cinquefrondi, Cittanova, Gioia Tauro, Melicucco, Rosarno , San Giorgio Morgeto e Varapodio : Michele Conia, Francesco Cosentino, Giueseppe Pedà, Salvatrore Valerioti,Giuseppe Pedà, Salvatore Valerioti e Orlando Fazzolari.

 

Il convegno è aperto a tutti i cittadini della Piana e sicuramente troverà una ricca partecipazione di eminenti personaggi del mondo economico e politico. 

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!


Commenta l' articolo

Scrivi commento

Commenti: 0