ASSOCIAZIONE DEI CUOCHI CALABRESI ALLE OLIMPIADI DI CUCINA IN GERMANIA

di Domenico Callà
di Domenico Callà

È dal 1990 che ogni 4 anni,  i migliori cuochi e chef del mondo si ritrovano in Germania per una loro particolare competizione. Sono le Olimpiadi mondiali di Cucina, che mettono a confronto più di 2000 professionisti, in squadra o singolarmente, provenienti da una cinquantina di Paesi di tutto il mondo.

 

Per una tre giorni di gusti e sapori di altissima qualità. Dal 22 al 25 ottobre alla Fiera di Erfurt, in Germania era presente, a rappresentare la regione Calabria la “ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE DEI CUOCHI CALABRESI” per la quale, la manifestazione ha rappresentato una straordinaria occasione di confronto internazionale e di valorizzazione delle eccellenze del made in Italy, e del made in Calabria in particolare.

 

Il Prof. Pino Sgrò, palmese, delegato Regionale ha accompagnato Il Team della Regione Calabria, composto da Pino Sofrà, Cetta Cuppari, Andrea Di Costa, Antonio Chirico e Bruno Mamone supportati da uno staff di altre persone.

Le “Olimpiadi di Cucina”, quest’anno giunge alla 24° edizione, la quarta consecutiva a Erfurt dopo aver toccato nel tempo altre città tedesche. Il regolamento delle gare è severissimo e prevede limiti precisi fin dall’immagazzinamento delle materie prime, un controllo di chi può o non può lucidare i piatti di portata, degli orari per la lavorazione e del servizio ai tavoli.

 

Le olimpiadi, che prevedono anche momenti di ‘arte’ culinaria in termini di raffinatezza del gusto e di presentazione dei piatti, rappresentano un appuntamento imperdibile per tutti coloro che sono interessati alle ultime tendenze e alle nuove idee per la ristorazione in hotel. I numerosissimi  visitatori sono organizzatori di catering, ristoratori e gestori di alberghi e catene, cuochi e personale di ristoranti e di hotel. Europa, America del nord e centrale, Asia, Oceania, Africa, tutti i 5 continenti sono rappresentati, seppure con una forte prevalenza europea.

 

Il team calabrese è partito con il piede giusto, vincendo un bel numero di medaglie ed ottenendo tanti consensi ed apprezzamenti  a conclusione di un lungo lavoro fatto da impegno e sacrificio, perché si tratta di tempo ed energie che si aggiungono al lavoro giornaliero. 

 

Le discipline: Arte Culinaria, Cucina artistica, Intaglio dal vivo, Pasticceria e Ristorazione collettiva.

 

Grinta, creatività, fantasia, voglia di emergere, abilità e tanta, tanta passione: sono le doti inconfutabili di tutti gli “atleti” della Associazione Professionale Cuochi Calabresi che hanno permesso alla nostra regione di portare a casa una medaglia d’ oro, tre medaglie d’argento, una di bronzo e due “Diplomi”. Nel dettaglio: lo chef PINO SOFRA’  (Laureana di Borrello) si aggiudica una medaglia d’ oro ed una d’ argento per l’ intaglio; CETTA CUPPARI (Laureana di Borrello) medaglia d’ argento nel cake design; ANDREA DI COSTA (Tropea) medaglia d’ argento per sculture artistiche  e medaglia di bronzo per l’ esposizione; ANTONIO CHIRICO e BRUNO MAMONE (Laureana di Borrello) Diploma.

 

Lo chef laureanese, PINO SOFRA’, ha  confermato la sua ottima preparazione, riportando in terra tedesca, risultati ottimi e offrendo garanzie per le prossime, future competizioni. Per CETTA CUPPARI, anch’ essa laureanese, già vincitrice di numerosi premi nazionali per quella che è diventata una vera e propria passione, sarà sicuramente un riconoscimento che valorizza ancor di più le sue “creazioni” di cake design da “autodidatta” come lei stessa ama definirsi.

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Commenta l' articolo