LA SAINT MICHEL VINCE PER 2-1 CONTRO IL TROPEA

Redazione
Redazione

Sport e fede per la squadra di Don Gaudioso Mercuri.

 

Sabato 15 ottobre si è disputato l’anticipo della seconda giornata di campionato di seconda categoria “girone E”. La Saint Michel allo stadio Polivalente P. Stanganelli di Gioia Tauro ha debuttato in casa ospitando il Tropea proveniente dalla vittoria per 5-1 sul Parghelia.

 

Confronto quindi ad alta quota contro una tra le aspiranti al titolo di questa stagione. Così alle ore 15:30 in un clima di caldo alquanto estivo sotto la direzione del Sig. Domenico Zappino di Vibo Valentia ha avuto il via l’incontro. Le due squadre senza fare sconti sono state protagoniste sin da subito di un Mach entusiasmante con l’obiettivo vittoria da ambo le parti.

 

La squadra di casa anche dovendo far fronte alle diverse assenze nella propria rosa ha subito dato un’impronta imponente sul campo al cospetto di un avversario di tutto rispetto. La formazione guidata da Mister Mammoliti cosciente delle proprie potenzialità ha impostato un gioco predominante fatto di numerose giocate in profondità e prevalenza di possesso palla ben contenute però dalla squadra avversaria. Nonostante ciò il goal non è tardato ad arrivare, al 40’ del primo tempo La Scala si invola solo verso il portiere che lo atterra in piena area, calcio di rigore che viene trasformato dallo stesso La scala che porta il risultato sull’ 1-0.

 

La partita continua a senso unico anche nel secondo tempo, al 67’ tocca al numero 10 Parrello marcare il raddoppio, riceve palla dalla trequarti e la insacca scavalcando il portiere con un tocco morbido festeggiando così il primo Goal in campionato conquistando il 2-0 per la squadra gioiese. Dopo soli quattro minuti quando la pratica sembrava ormai archiviata su calcio piazzato da centrocampo a favore degli ospiti viene lanciata una palla in area che inaspettatamente innesca l’occasione che porta al goal il tropea che accorcia subito le distanze provando a rientrare in partita.

 

Il Gioco riprende con il tropea che ci crede ed incomincia complice la stanchezza a concretizzare giocate sempre più insidiose, diverse le proteste in campo quando all’85 gli ospiti recriminavano un calcio di rigore per sospetto tocco di mano di un difensore Gioiese, la partita prosegue fino al 96’ in un clima di nervosismo e tensione dato dall’agonismo dettato dalla ricerca del risultato da ambo le parti fino al triplice fischio finale. 2-1 il finale e la Saint Michel mette in cassaforte l’importante bottino di 3 pt che la vede primeggiare in classifica a quota 6pt in compagnia della Koa Bosco, Rosarno e Antonimina.

 

Rientrati negli spogliatoi la squadra si è subito proiettata all’incontro del giorno successivo, infatti domenica 16 ottobre un altro importante impegno è stato disputato. Questa volta lontano dal terreno da gioco in collaborazione con il Centro Diocesano Vocazioni di cui il presidente Don Gaudioso Mercuri ne è direttore, la squadra si è riunita presso la clinica Villa Elisa di Cinquefrondi (RC), dove ha messo in campo i propri valori Cristiani della quale è portavoce trascorrendo l’intero pomeriggio presso la struttura dove si è tenuto l’evento intitolato “Nella sofferenza la carità”. Don Gaudioso in una gremita sala oltre ai membri del C.D.V e della Saint Michel ha accolto collaboratori e degenti della struttura.

 

Nell’occasione è stata argomentata la decade dei comandamenti raffrontandola con gli stili di vita quotidiani e analizzandola attraverso le testimonianze dei presenti. Giocatori e dirigenti della Saint Michel hanno condiviso l’esperienza di visitare gli ammalati presenti all’interno della clinica intrattenendosi con essi, successivamente animando la Santa Messa e concludendo la serata con una processione lungo tutta la clinica.

 

Un'esperienza indimenticabile e formativa per la vita di ogni membro della squadra che dopo quella di qualche settimana fa presso il Carcere di Siano (CZ) contribuirà sicuramente a rafforzare i valori di Cristianità e Fede che fungono da cardine per il progetto Saint Michel.

 


Commenta l' articolo

Scrivi commento

Commenti: 0