Madonnari, non solo artisti

di Emmanuel Surace
di Emmanuel Surace

Taurianova, per tre giorni avvinta dal fascino di un’arte antica

Si è svolto, dal 5 al 7 Agosto, il primo concorso dei “Madonnari Città di Taurianova”, organizzato dall’associazione “Amici del Palco”. L’evento ha offerto alle migliaia di visitatori opere di venticinque Madonnari quasi tutti di scuola napoletana, venuti da Firenze, dalla Spagna e dalla Cina. Chi sono i “Madonnari”?

 

La radice del termine evoca il nome della Vergine, ed evidenzia il loro legame con la sacralità. Nello specifico, però, si tratta di amanti della cultura sacra raffigurata con pochi elementi colorati, le cui opere, nelle creature dipinte sull’asfalto, prendono vita al punto da apparire reali.

 

 

Se volessimo descrivere in maniera concisa ma assolutamente particolareggiata le capacità di cui sono dotati i Madonnari, potremmo affermare che riescono a far percepire il sublime, dando modo di desiderare l’infinito. Si tratta di artisti attivi già agli albori del Cristianesimo, dalle radici ben salde; alla luce di ciò, possiamo ritenere che l’arte sia anima e che, in quanto tale, vada coltivata con estrema cura. 

La magnificenza prende le mosse dall’io dell’artista, che assorbe la propria opera e a sua volta ne viene assorbito, dimenticando il mondo che lo circonda. 

I taurianovesi e i turisti, hanno reso omaggio ai Madonnari, osservando e apprezzando il lavoro e il lavorìo di ogni singolo artista. Con la tecnica dei Madonnari l’arte viene traslata su strada e questo caratterizza i dipinti, donando loro la bellezza, e proiettando il visitatore in un mondo artistico, vivo e nuovo: grazie alla possibilità di poter vedere nascere l’opera dalle basi, gli schemi orientativi, fino alle ultime sfumature, quelle che completeranno il dipinto.

 

L'evento, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, è stato diffuso grazie alla Graziano Tomarchio Management in diretta TV e in differita tv e Web Tv diretta di radio Ricordi e le telecamere su Telespazio TV e Calabria TV le emittenti principali calabresi ed ha visto impegnati Giacomo Carioti, presidente dell’Associazione “Amici del Palco” e tutti i soci, gli artisti, ossia i Madonnari, coinvolgendo tutta la la cittadinanza e richiamando turisti calabresi e non. Con i Madonnari Taurianova si è fermata per tre giorni ad ammirare un’arte itinerante prendendosene cura: come un padrone di casa attento e premuroso alle prese con ospiti graditi e attesi, venuti da lontano, spendendosi con tutte le proprie forze nel farli sentire accolti e ascoltati.

 

Spettacolo nello spettacolo, infine, la cascata tridimensionale, derivazione moderna dell’antica arte madonnara, che ha suscitato interesse curiosità ed entusiasmo con migliai di bambini in fila per una foto ricordo sulle rapide tridimensionali di un fiume vorticoso assolutamente realistiche - seppur dipinte sull’asfalto. 

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!

Pubblicità


SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130
SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130

Commenta l' articolo