LIBERO’ IL POPOLO MAMERTINO DALLA PESTE

di Lucia Treccasi
di Lucia Treccasi

Maria SS. Annunziata

Solenni festeggiamenti in memoria di quella prodigiosa intercessione

La città di Oppido Mamertina dal 13 al 25 Agosto 2016 ha celebrato i festeggiamenti in onore di Maria SS. Annunziata. Una ricorrenza che ha radici lontane, infatti, trae origine dal miracolo che la Vergine Annunziata ha compiuto per liberare il popolo oppidese dalla peste.

 

L’anno dell’epidemia non è certo, in quanto gli storici e coloro che si sono occupati del culto di Maria SS. Annunziata sono discordi sull’anno esatto del miracolo. Il prodigio viene citato in diversi documenti ed è vivo nella memoria storica degli oppidesi.

 

Per ricordare tale avvenimento e per ringraziare la Madonna per la grazia ricevuta, è stata istituita una seconda festa in onore di Maria SS. Annunziata, chiamata “festa del ringraziamento” o “festa della gratitudine”. Infatti, le celebrazioni in onore della Patrona di Oppido Annunziata si svolgono in due date, il 25 marzo di ogni anno e la prima domenica dopo ferragosto.

La comunità oppidese ha voluto onorare la Vergine con magnificenza e solennità, come testimoniano le parole di don Letterio Festa, Parroco e Delegato Vescovile della Cattedrale Santuario “Maria SS. Annunziata”, pubblicate sul manifesto del programma dei festeggiamenti in onore di Maria SS. Annunziata: «La festa di quest’anno è stata preparata con l’intento di riscoprire i fondamenti storici e devozionali del culto degli Oppidesi verso la Vergine Annunziata».

 

Per adempiere a questo proposito rievocativo, giovedì 18 Agosto la Statua di Maria SS. Annunziata è stata portata in processione dalla Chiesa dell’Oratorio, in cui è tradizionalmente custodita, all’antica Cattedrale di Oppido Vecchia. Un evento che si è ripetuto dopo 33 anni, poiché questa stessa operazione è stata effettuata in occasione della celebrazione del bicentenario del terremoto che distrusse la città di Oppido nel 1783. Sui ruderi dell’Antica Cattedrale è stata celebrata una messa, presieduta da don Domenico Caruso, Parroco di Varapodio e Vicario Foraneo.

 

Alla celebrazione erano presenti le autorità civili e militari, oltre ad un nutrito numero di fedeli. Il Sindaco di Oppido Mamertina, Domenico Giannetta, ha affidato alla Beata Vergine Annunziata l’intera comunità oppidese. Lunedì 22 Agosto è stata glorificata la Memoria della Beata Vergine Maria Regina con la celebrazione delle messe mattutine e il solenne rito d’Incoronazione della Venerata Effigie della Beata Vergine Annunziata, presieduto da S. E. Rev.ma Mons. Francesco Milito, Vescovo della Diocesi Oppido Mamertina – Palmi.

 

Un gesto simbolico, che rievocato l’Incoronazione di Maria SS. Annunziata e che ha sancito nuovamente la sua sovranità sulla città e sugli oppidesi con la proclamazione, per effetto dei decreti dell’Amministrazione Comunale e della Curia Vescovile, di Oppido Mamertina a “Civitas Marianae”. La solenne commemorazione si è conclusa con la tradizionale processione, in cui la Vergine Annunziata portata a spalla dai devoti portatori attraversa le vie cittadine, con un’unica sosta davanti all’Ospedale “Maria Pia di Savoia” per benedire gli ammalati. La Sacra Effigie di Maria SS. Annunziata sarà riposta nella sua tradizionale cappella giovedì 25 Agosto. 

 

La musica e la danza del gruppo musicale “Popul’Aria” ha allietato la serata del 22 Agosto. Sul palco adibito in Piazza “Umberto I°, il 23 Agosto si sono esibiti diversi componenti ecclesiali. Uno spettacolo, presentato da Domenico Gareri di Tele Padre Pio, che sarà trasmesso in differita sul canale 145.

 

Il giornale cartaceo è disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure puoi riceverlo a casa tua semplicemente abbonandosi on line!


SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130
SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130

Commenta l' articolo