DELIANUOVA IN MEMORIA  DI DON VINCENZO TRIPODI

di Marinella Gioffré
di Marinella Gioffré

Elegit nos ut essemus sancti

Un libro di Raffaele Leuzzi

Quando, in preda al delirio della celebrità, si esorbita dal proprio campo di competenza specifica e si invade la sfera dell’altrui talento, si corrono seri rischi di sconfinare in affermazioni a dir poco assurde, se non anche addirittura buffe.

 

Tale aurea regola non esclude nessuno, neppure Dacia Maraini, la quale il due giugno u.s., settantesimo anniversario della nostra Repubblica, vi si è vistosamente sottratta, vestendo improvvisamente i panni di opinionista storico; si è lasciata andare in una intervista relativamente al voto alle donne, concesso per la prima volta in occasione del referendum istituzionale e, di fatto, ha sciorinato una infinità di inesattezze, prive del benchè minimo presupposto reale.


Si tratta di un clamoroso incidente in cui comunemente s’imbatte chi tende ad ideologizzare fino all’esasperazione i propri convincimenti, metabolizzandoli al punto da confondere i desideri con la realtà. La scrittrice ha voluto, cioè, imbastire tutto un discorso rivendicazionista, per fare apparire il democratico riconoscimento di genere quale risultato di lotte in effetti mai verificatesi, come conclusione di un epopea rivoluzionaria, quasi alla pari della nostra Resistenza. Così non è, perchè, in effetti, così non è mai stato. ... ... ...

TestoNscosto

ARTICOLO COMPLETO DISPONIBILE ON LINE il: 1 Ottobre 2016

Puoi leggere quest'articolo sul giornale cartaceo disponibile in tutte le edicole della Piana a soli € 1,50 oppure abbonandosi on line!


SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130
SPAZIO PUBBLICITARIO: 990 x 130

Commenta l' articolo